Title Image

Bassorilievi in gesso

La felicità s’introduce furtiva attraverso una porta che non sai di aver lasciato aperta.
– JOHN BARRYMORE

Quando il bassorilievo è asciutto si procede con la finitura detta anche “patinatura” che consiste in un anticatura con terre naturali sapientemente distribuite dalle mani dell’artigiano.
I CALCHI o BASSORILIEVI IN GESSO passano nell’ultima operazione denominata “ceratura” ma non per questo meno importante eseguita sempre manualmente ha una doppia valenza: la prima serve a far si che il Bassorilievo acquisisca un effetto leggermente marmorizzato , tipico dei calchi originali, la seconda invece serve a proteggere il Bassorilievo rendendolo così inalterato nel tempo.

I Bassorilievi o Altorilievi vengono appesi come un quadro servendosi dei ganci posteriori annegati nel gesso. I bassorilievi possono essere inoltre incassati direttamente a parete.
L’ideale per valorizzare i Bassorilievi è l’inserimento di faretti o punti luce che esaltano i rilievi tipici dei calchi e il gioco di luci e ombre.

Per la manutenzione è sufficiente passare con un panno di lana il bassorilievo.

Sono opere fedeli riprese da calchi originali, da musei e collezioni private di varie epoche:opere greche, romane, alto medievali gotiche, rinascimentali, barocche, neoclassiche e frammenti decorativi vari.

Il gusto e la cultura del passato rivivono con queste opere regalando ad ogni ambiente l’originalità e un fascino senza tempo.

Per guardare le immagini dei bassorilievi sfoglia il catalogo INGA troverete

 

artefigurativa

artenatura

artesacra

artegreco romana